NUMERO CENTRALINO
02.3883
CRI Comitato Provinciale di Milano

Pubblicato il 15 - Nov - 2016

 

Come ogni anno, con l’inverno alle porte, parte ufficialmente il "Piano freddo” del Comune di Milano con l’estensione degli orari di apertura del CASC (Centro Aiuto Stazione Centrale), che ha lo scopo di offrire un ulteriore supporto concreto ai cittadini presenti sul territorio milanese in situazione di grave marginalità sociale.

 

La struttura comunale di via Aporti 3, presso la quale prestano opera di volontariato anche la Croce Rossa di Milano e di alcuni Comuni della provincia, mette a disposizione uno sportello gratuito, che per tutta la durata del piano freddo è aperto ogni giorno dalle 8.30 alle 24.00, festivi compresi.

Il suo scopo è offrire ai senza dimora informazioni e orientamento sui servizi che possono dare risposta immediata alle loro esigenze: dalle mense alle strutture di accoglienza diurna e notturna, fino all’avviamento verso il supporto sociale, volto al reinserimento nella comunità attraverso il lavoro o la formazione professionale.

L’attività dello sportello, a cui prendono parte le Unità di Strada CRI sette sere alla settimana, consiste nella gestione delle segnalazioni telefoniche ricevute dai cittadini e nel trasporto di chi ne ha necessità presso le diverse strutture di accoglienza o presso i dormitori messi a disposizione per il periodo invernale.

 

Parallelamente, le Unità di Strada della Croce Rossa sono impegnate nei consueti servizi di sostegno e assistenza ai senza dimora, che proseguono ininterrottamente dal 2001. Si tratta della distribuzione di beni di prima necessità (generi alimentari, coperte, capi di abbigliamento) e nella programmazione di visite continue nel corso dell’anno per monitorare lo stato psicologico e le condizioni di salute. Nei mesi invernali, Croce Rossa mette a disposizione le squadre di volontari di undici sue sedi, che si impegnano a garantire un minimo di 15 uscite settimanali e una copertura totale della città di Milano. Nel 2015 sono stati all’incirca 300 i senzatetto assistiti, con un numero sempre crescente di beni donati.

 

Contribuire al miglioramento delle condizioni di vita di chi si trova in stato di estrema vulnerabilità, offrendo non solo generi essenziali ma anche supporto e informazioni utili, è uno dei compiti che Croce Rossa condivide con il CASC. Oltre alla salvaguardia della vita e della salute, lo scopo è infatti quello di instaurare rapporti di fiducia, essenziali per procedere, dove possibile, al recupero e al reinserimento nel contesto sociale. Ne è un esempio un nuovo membro degli equipaggi CRI, un ex senza dimora che quattro sere alla settimana collabora all’attività delle Unità di Strada e del CASC. A dimostrazione del fatto che il lavoro in rete, la presenza costante sul territorio e la relazione continuativa possono offrire davvero una nuova opportunità a chi deve ricominciare da zero.