NUMERO CENTRALINO
02.3883
CRI Comitato Provinciale di Milano

Pubblicato il 7 - Ott - 2017

Non importa che giorno della settimana o quale sia la condizione meteo, durante tutto l’anno migliaia di persone hanno una lunga serie di appuntamenti irrinunciabili in uno dei luoghi simbolo di Milano: lo Stadio di San Siro. Le partite di campionato radunano ogni settimana fino a 80mila appassionati di calcio, distribuiti nei tre anelli dello stadio, rendendo necessario l’allestimento di una imponente macchina dei soccorsi per garantire la sicurezza degli spettatori.

 

La Croce Rossa di Milano, insieme ad altri comitati CRI della regione, è impegnata in questo servizio fin dal lontano 1990. Oggi, le operazioni per garantire i soccorsi sono numerose e per questo motivo sono molti gli attori coinvolti nelle operazioni.

 

Ma come funziona nel concreto l’assistenza sanitaria nello stadio San Siro? Il Servizio Sanitario dello Stadio è affidato all’Ospedale San Raffaele di Milano, che si avvale poi del supporto di tre associazioni: Croce Rossa Italiana, Confraternita di Misericordia di Arese e I-Help BSO.

 

Per rispondere alle emergenze sanitarie, a ogni evento sportivo sono presenti circa sette medici e infermieri dislocati nei punti di primo soccorso, ambulatori presenti a ogni anello in grado di operare anche su codici rossi. Sugli spalti invece sono presenti 14 squadre di primo soccorso della Croce Rossa, ognuna dotata di un defibrillatore da usare in caso di arresto cardiaco. La capillarità delle squadre su tutto il perimetro della struttura permette di defibrillare entro tre minuti dall’arresto, indice questo pari di quello che si ritrova in strutture sanitarie ospedaliere. In caso si renda necessario ospedalizzare, le squadre possono poi fare affidamento su una delle sette ambulanze stazionate intorno lo stadio, di cui cinque di Croce Rossa.

 

Altro aspetto importante dell’assistenza sanitaria è la tutela dei giocatori sul terreno di gioco. Per questo motivo a bordo campo sono presenti due squadre della Croce Rossa pronte a intervenire in caso di infortunio.

 

Il coordinamento di tutti i volontari avviene grazie a una sala radio mobile CRI dotata delle più moderne apparecchiature radio e informatiche. Ogni team sanitario è dotato di un apparato radio in grado di agganciarsi in una delle due maglie radio che vengono predisposte per le comunicazioni con le squadre appiedate e con i medici negli ambulatori.

 

Il coordinamento generale ha come punto di riferimento il Responsabile Sanitario, il quale lavora in una sala di controllo in cui sono presenti esponenti delle forze dell’ordine, dello stadio e delle organizzazioni.

 

L’attività di assistenza sanitaria a San Siro conta circa 400 interventi l’anno, tra cui un numero non marginale di codici gialli e rossi, e vanta una lunga lista di successi. La prontezza e l'efficacia delle operazioni è garantita grazie al buon coordinamento di medici, infermieri e soccorritori, e alla predisposizione di piani sanitari dettagliati e condivisi tra gli attori coinvolti.

 

Guarda il video del servizio allo Stadio San Siro!