NUMERO CENTRALINO
02.3883
CRI Comitato Provinciale di Milano

27 - Ott - 2014

La partita è Inter-Saint Etienne, Europa League, e lo stadio di San Siro ha aperto il terzo anello, come nei match più importanti, quelli con maggiore afflusso di pubblico. La Croce Rossa di Milano e Provincia è presente come sempre, distribuita a tutti i livelli per presidiare l’area e garantire un pronto intervento in caso di necessità.   Poco dopo il fischio d’inizio una segnalazione: al primo anello un codice verde, che diventa immediatamente rosso come rilevato dalla squadra 1, la più vicina all’uomo che sta male. È in arresto cardiocircolatorio e la macchina dei soccorsi si attiva all’istante. Il Rescue Team, composto da un medico rianimatore e da un’infermiera, si reca sul posto proprio mentre i volontari della squadra 1 […]

14 - Ott - 2014

Ogni anno, in Europa, sono circa 400.000 le persone colte da arresto cardiaco improvviso, di cui 60.000 solo in Italia con oltre 1.000 decessi registrati ogni giorno (dati Viva! 2014, www.settimanaviva.it).  Adeguate e tempestive manovre di rianimazione, messe in atto dai testimoni occasionali, in attesa dell’arrivo del soccorso specializzato, incrementano notevolmente la possibilità di sopravvivenza della vittima. Al fine di aumentare il numero di cittadini consapevoli e informati sulle manovre di rianimazione cardiopolmonare (RCP), Italian Resuscitation Council (IRC) ha promosso, sviluppato e realizzato l'evento “VIVA! 2014”, campagna di sensibilizzazione che vedrà il suo culmine nella settimana dal 13 al 19 ottobre con oltre 100 eventi in 80 città diverse. Nell’area metropolitana di Milano, “VIVA! 2014” si svolgerà domenica 19 ottobre, dalle 8.30 alle 13.30, […]

10 - Giu - 2014

Ormai li conosciamo tutti. Li vediamo in ogni luogo pubblico affollato. Aeroporti, stazioni, centri commerciali sono stati attrezzati con questi importanti strumenti salvavita: i defibrillatori semiautomatici. La loro efficacia è indiscussa e per questo è importante che tutti sappiano come utilizzarli, in modo da poter agire in maniera tempestiva. Le possibilità di sopravvivenza di chi è vittima di un arresto cardiaco improvviso sono strettamente collegate ad un inizio immediato della rianimazione cardiopolmonare (RCP), in particolare se associata ad una defibrillazione precoce. Queste tecniche, se correttamente applicate, possono aumentare sensibilmente la probabilità di sopravvivenza. Ciò nonostante è bene ricordare che l'efficacia della defibrillazione si riduce progressivamente al passare del tempo (circa il 10% in meno per ogni minuto di arresto) Tempestività […]