Tutti a fare colazione

Tutti a fare colazione è un’iniziativa nata per offrire ai bambini in condizioni socio-economiche disagiate, ogni giorno per tutto l'anno scolastico, una colazione varia ed equilibrata, a titolo totalmente gratuito. Ogni giorno la colazione, servita prima dell’inizio delle lezioni, è composta da un mix di carboidrati, proteine, vitamine e minerali.

Questo progetto è la declinazione italiana del progetto internazionale “Breakfast Club” creato da Kellogg oltre 20 anni fa per offrire la colazione ogni mattina prima dell’inizio della scuola a bambini in difficoltà. Il progetto pilota italiano, avviato a inizio 2017 in una scuola elementare milanese, ha visto una seconda edizione nell'anno scolastico 2017/2018, la partecipazione di circa  90 bambini nell'arco dei due anni che hanno avuto la possibilità di consumare ogni mattina una colazione varia ed equilibrata. Sono state distribuite 2.772 colazioni il primo anno e 5275 il secondo. Grazie ai Giovani della Croce Rossa di Milano, l'appuntamento mattutino è inoltre l’occasione per apprendere e condividere nozioni sull’importanza della prima colazione e sulle diverse culture e abitudini alimentari.

 

Il progetto Tutti a fare colazione, La prima lezione del giorno si propone di:

 MG 0375

➔ Offrire una colazione completa ed equilibrata a bambini che non ne hanno la possibilità a causa della loro situazione socio-economica familiare
➔ Garantire l'energia e i nutrienti necessari a un apprendimento attivo, migliorando la concentrazione e il rendimento scolastico.
 Creare abitudini sane, che vengano adottate per tutta la vita
➔ Dare la possibilità ai bambini di socializzare, ascoltare e parlare di alimentazione in un ambiente sereno

 

Nell’anno scolastico 2017/2018 in Italia sono stati 172 i bambini che hanno partecipato ai Breakfast Club di Milano e di Torino e Casal di Principe (Ce). L’importanza e il significato sociale dell’iniziativa, nata oltre 20 anni fa a livello internazionale, emergono chiaramente da una recente indagine condotta in Europa da YouGov per conto di Kellogg. Il 31% degli intervistati afferma di avere difficoltà a permettersi il tipo di alimenti che vorrebbe dare alla propria famiglia, mentre il 36% sostiene di desiderare una dieta più equilibrata ma di non riuscire a concretizzare questa aspirazione per ragioni legate alla disponibilità economica. Un quarto del campione dichiara di dover ricorrere persino ad aiuti esterni, come i banchi alimentari.

 

I risultati del progetto

Infografica kellogg    Infografica Kellogg